martedì 2 dicembre 2014

Marmellata di cocomera


Ciao Amici!
Più cucino meno pubblico ricette. Suona strano ma vi assicuro che è cosi.
Ultimamente sto passando weekend full time in cucina, mi diverto a preparare cene per amici, sperimento ricette vegan e mi ho addirittura avuto la fortuna di cucinare con uno chef davvero magico. Purtroppo con queste giornate trascorse a pieno ritmo il blog è stato messo un po da parte, ma devo assolutamente trovare il tempo per condividere con voi le mie avventure ed esperienze che mi stanno facendo crescere.
Oggi vi propongo un comfort food
Questa marmellata è di tradizione in famiglia e tutti ne andiamo ghiotti. E' una marmellata davvero particolare dal colore ambrato e dalla consistenza quasi di un candito. La considero una marmella molto peziosa perchè la cocomera non è facile reperire e tra sbucciare, tagliare e togliere i semi necessita di un pomeriggio di lavoro. 
Con questo non voglio demoralizzarvi, ma farvi capire quanto sia affezionata a questa ricetta.
Quest'anno abbiamo preparato più marmellata del solito perchè tra un seme e l'altro il nostro orto ci ha regalato un carro abbondante di cocomere :) 
Dunque stiamo spacciando cocomere a tutti gli affezionati di questa marmellata che si trovano nei dintorni di casa.


 



Marmellata cocomera
(o zucca cedrina)


Cosa serve
1 kg di zucca cedrina pulita
250g di zucchero
Scorza di 1 limone

 


Come fare
Lavate la zucca, tagliatela a metà e successivamente a fette larghe circa 1,5cm.  Con molto pazienza eliminate i semi e tagliatela a cubetti. Sistemate la polpa di zucca in una pentola capiente con il fondo spesso, coprite con lo zucchero e lasciate riposare una notte. La mattina mettete sul fuoco la pentola, aggiungere la scorza di limone grattugiata (attenzione non mescolate né prima ne quando è sul fuoco) e lasciate sobbollire a fuoco lento fino a che il composto non inizierà ad addensarsi. In questa ultima fase, in qui la marmellata inizierà ad apprendersi  mescolate per evitare che si attacchi al tegame. Continuate la cottura fino a che il composto non assumerà un colore ambrato.
Sistemate la marmellata nei vasetti di vetro precedentemente bolliti e sterilizzati e sigillarli. Conservate i vasetti al buio in un luogo fresco.

A presto,
Vale

giovedì 25 settembre 2014

Bring to Gig

Amici!
Sto collaborando ad un nuovo evento food :)
Tutto in chiave vegan a Faenza, in occasione della 20a edizione del MEI , festival musicale delle etichette indipendenti. Condivido con voi l'iniziativa che si terrà al Clandestino locale di buona Musica e buon Cibo Veg. Qualcuno passa dalla romagna il prossimo weekend?

Bring to Gig



Archecibo è uno degli svariati nick di 2 giovani ragazze architetto che  mettono a servizio di artisti e progetti di street art il loro interesse per il trasformismo ed il piacere per la cucina con leggerezza e ironia.

Lo spazio che le ospiterà sarà un area dell' Arbusto ( il ristorante del Clan Destino) che si trova nel viale della Stazione, una sosta ristoro  per  il pubblico della musica sulla rotta  di concerti  e conferenze che si svolgeranno in occasione del MEI edizione 2014.

BRING TO GIG è un pacchettino take away: un incarto per la gola e una mappa per seguire gli itinerari musicali.

Gli Allegati:

Incarto salato con mappa :
Sfogliatine al sesamo nero con salsa alla zucca  e olive

Incarto dolce con mappa:
Cantucci farro nocciole e cioccolato e Fagottini alla mela

La mappa assorbe musica e conferenze

Sabato 27 Domenica  28 Settembre  al Clan ad ogni ora.

giovedì 18 settembre 2014

Mini burger alle lenticchie

Oggi si Parla di mini burger Veg. 
Tra tutti gli esperimenti fatti fin ad ora  questa è la mia ricetta preferita. 
Ringrazio Alice per averla condivisa sul suo blog  Kitchen Bloody Kitchen. Se siete appassionati di cucina vegan vi consiglio vivamente di fare un giretto nel suo angolino.
Perché mi sono piaciuti così tanto?   Grande quantità di verdure che conferiscono una consistenza soffice ed  un gusto molto delicato dovuto alla presenza di zenzero e sesamo :)
Ho volutamente eliminato l'aglio dagli ingredienti perché ho problemi di digestione, ma con anche questo aroma aggiunto devono aver ancora una marcia in più.. 
Le provate anche voi per cena?



Cosa serve
80g di lenticchie secche
250g di zucchine
250g di cipolle
70g di farina di mandorle
250g di carote
40g di sesamo tostato
100g di pane grattugiato
50g di zenzero fresco o qualche cucchiaio di zenzero in polvere
aglio a piacere
sale
olio evo
pepe nero






































Come fare
Lessare le lenticchie per circa 20 minuti e lasciarle raffreddare.
Lavare le verdure e grattugiarle, metterle in un colino, salarle e fare eliminare l'aqua di vegetazione.
Soffriggere in una padella la cipolla insieme all'olio e lasciare raffreddare (a piacere si può aggiungere anche l'aglio tritato). Tritare con il mini pimer le lenticchie aggiungere la farina di mandorle, il soffritto, le verdure strizzate, lo zenzero, il sesamo e circa 100g di pan grattato. Regolate le dosi del pane in modo da ottenere un composto malleabile. Salare, pepare e lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz'ora. 
Dividere l'impasto in tante palline grandi poco più di una noce e creare i mini burger.
Cuocere i burger nella padella calda a fuoco medio con il coperchio per circa 10 minuti per lato.
Non prendetevi paura perché durante la cottura tendono a rimanere molto morbidi ma prendono consistenza appena si raffreddano.

Vi assicuro che sono buonissimi, buon appetito,
A presto!
Vale

giovedì 11 settembre 2014

GELATO WORLD TOUR FINALE 2014 RIMINI

Oggi nessuna ricetta, ma orecchie all'ascolto, si parla di un tour davvero goloso!
Un nuovo viaggio alla scoperta del gelato artigianale tra ingredienti, cultura, tradizione ed arte:  
la finale di Gelato World Tour

1.Le mille e una merenda 2.Torta di noci Pecan del Texas  3.Saporti d'oriente  4.Miele con gnocchetti di pain d'epices,cannella,burro e parmigiano


Mi sono subito sentita a casa nel parco Fellini di Rimini. Sole splendente, atmosfera conviviale, eleganti stand carichi di gelato, maestri gelatai con un sorriso a 44 denti desiderosi di farti assaggiare il proprio gusto e tanti assaggiatori di gelato qua e là.

Anche in quest'occasione il gelato si svela come un'alimento magico, un vero e proprio elemento di aggregazione sociale. L'aria che si respirava tra i finalisti era quella di una festa colma di convivialità. Ad aumentare la carica sono stati i clienti più fedeli delle gelaterie che da diverse parti del mondo  hanno inseguito il proprio gusto preferito per accompagnarlo sul podio. Oltre a ciò, l'assalto degli assaggiatori e l'interesse nello studiare attentamente tutti e i 24 gusti in anticipo già sul flayer per scovare davvero il gusto più buono del mondo, ha contribuito ad allietare l'atmosfera sulla piazza.
Insieme ad un team di foodbloggers, guidato da Michela Iorio dello staff Carpigiani,  ci siamo lanciati anche noi nel testing tour con l'obiettivo di provare tutti e 24 gusti e votare il migliore :)
Tra gli stand erano presenti tutti e 24 i finalisti delle tappe di Gelato World Tour che si sono svolti nell'ultimo anno tra Roma, Dubai, Berlino, Melbourne, Austin..
E' stato bello vedere come in ogni paese il gelato è rielaborato ed arricchito con gli ingredienti più pregiati e tradizionale, ricette nate tra usanza fantasia e suggerimenti dei clienti.
Petali di Rosa di Ahmed Abdullatif ,  Pavlova di Diana Kontoprias, l noci Pecan della gelateria Teo in Texas , Profumi di Sicilia di Stefano Versace e altri 20 gusti altrettanto golosi..

1.Diana Kontoprias(AU) Alessandro Lancierini (IT) 2.Salavatore Boccarossa (CA) Sam Crowl (AU) 3.Ahmed Abdullaitif (Bahrain) 4. Mattew Lee (USA)

Quali gusti sono rimasti nel mio cuore?

MANDORLA AFFOGATO (australia) di John e Sam Crowl,  (il gusto vincitore!!)
una base alla vaniglia della madagascar con mandorle al caffè tostate  e caramellate, intensa dolcezza equilibrata dal profumo del caffè del Kenia e una salsa al caramello salato..
cuorisità : simpaticissima  la mascotte Kangaroo che accompagnava i due maestri gelatai


SAPORI D'ORIENTE (germania) di Adriano Colle,
gusto raffinato che unisce ad una crema di yogurt i sapori decisi del cardamomo e la cannella insieme a pistacchio e cioccolato pur rimanendo nel complesso bilanciato e con sapori distinguibili
curiosità : è stato interessante scoprire come il maestro gelataio abbia messo appunto il gusto insieme ai clienti della gelateria in Allgau 

TORTA DI NOCI PECAN DEL TEXAS (texas) di Matthew Lee,
gusto in cui si sposano gli ingredienti più prelibati e tradizionli del Texas, Noci Pecan e una salsa al caramello fatta con la vera ricetta tradizionale e la giusta dose di buon Whisky..
curiosità : la gelateria Teo è situata in un'alta torre del Texas 

ulteriori informazioni
http://www.gelatoworldtour.com/it/
http://www.carpigiani.com/
http://mygelato.it/
 

Incurisiti?
Farete parte degli assaggiatori anno prossimo?
A presto,
Vale

giovedì 4 settembre 2014

Insalata di fichi e farro soffiato

Lo sapevate che il fico è un falso frutto? Vi siete mai accorti che l'albero di fico non fa i fiori? 
Questo frutto-fiore misterioso carico di Vitamina A , Vitamina C, Ferro, Potassio e Fibre contiene infatti i fiori all'interno del fico.  Un'altro comportamento simpatico dell' albero di fico è la produzione dei "fioroni", fichi che si formano già dall'autunno precedente e maturano a primavera. Vi consiglio di leggere qua  l'aneddoto su insetti e fichi. Terminata la mia "ode al "fico" eccomi  qua con un'altra ricetta. Non potevo lasciarmi scappare l'insalata di fichi proposta nel numero di agosto 2014 di La Cucina Italiana.  La cremina rosa merita davvero, provare per credere :)

Che buona, se trovate la quinoa soffiata ancora meglio.. posso confermarvi che anche il farro soffiato non ci sta niente male..






cosa serve
per 4 persone
400g di fichi freschi
150g di mozzarella
80g di cuore di lattuga
80g di rucola
80g di misticanza
40g di farro soffiato o quinoa soffiata
olio evo
aceto balsamico
sale
pepe

come fare
Pelare e centrifugare 250g di fichi, frullare insieme a due cucchiai di olio, salare pepare ed aggiungere un cucchiaino di aceto balsamico, mescolare fino ad ottenere una salsa cremosa e rosa.
Tagliare la mozzarella a 
Lavare e tagliare i tre tipi di insalata
Lavare i fichi e tagliarli a spicchi i fichi rimanenti.
Sistemare tutti gli ingredienti in una ciotola, aggiungere il farro soffiato e condire con olio ed aceto balsamico . Accompagnare l'insalata con la salsa e servire con crostini.

Buon appetito !

venerdì 29 agosto 2014

Biscotti cuor di fico

In questi giorni mi sono praticamente trasferita sull'albero di FICO.  Ogni giorno faccio il mio giretto in giardino e ne mangio qualcuno.. Questo frutto cosi dolce e affascinante si gusta davvero bene se raccolto e mangiato..
Tra un fico e l'altro mi è sorto un pensiero ..se esiste il bicotto cuor di mela perchè non provare il cuor di fico?
Esperimento davvero riuscito :) Nonostante il breve tempo di cottura il fico all'interno rimane morbido e sprigiona tutta la sua dolcezza, senza bisogno di zuccheri aggiunti..








Biscotti cuor di fico
cosa serve
500g di farina 00  
200g di zucchero  
100g di burro
3 uova
latte q.b.
1 bustina di lievito
scorza di limone grattugiata


per guarnire
fichi maturi q.b
granella di nocciole q.b
latte q.b
1 tuorlo

come fare
Mescolare insieme gli ingredienti secchi, versare il miscuglio sulla spianatoia, fare una fontana e mettere al centro il burro morbido a pezzetti, le uova e poco latte.
Mescolare e quando la pasta sarà ben omogenea ricavare una bella pagnottina. 
Coprire il tutto e lascire riposare 30 minuti.

Sbucciare i fichi, schiacciarli e a piacere aggiungere qualche scorza di limone.
Stendere l'impasto dello spessore di mezzo cm e tagliare dei dischi con il coppapasta. Aggiungere all'interno una cucchiata  di composto di fico, piegare a metà il disco e chiudere il raviolo con i rebbi della forchetta. Spennellare la superficie con il tuorlo mescolato con il latte e spolverare con la granella di nocciole. Sistemare su una teglia ricoperta da carta da forno e cuocere a 180° per 15 minuti.

Buon  appetito!
Torno presto con un'altra ricetta con i fichi :)
Vale

martedì 26 agosto 2014

Granita fondente di Sergio Barzetti

Sono una grande fan dello chef Sergio Barzetti. Ho avuto piacere di seguire qualche sua ricette nel programma televisivo della prova del cuoco e da allora leggo attentamente anche la sua rubrica su La cucina italiana. Le ricette che propone abbondano di verdure e l'accostamento degli ingredienti  è sempre molto interessante. Questa ricetta l'avevo già provata anno scorso e mi è davvero rimasta in testa tutto l'inverno, dunque la condivido un anno dopo con tanto piacere :)
La preparazione della granita fondente è davvero veloce, 
cioccolato fondente sciolto nell'acqua e mantecato, che libidine..



Granita fondente  con panna leggera alla menta
cosa serve
per 4 persone
200 g di cioccolato fondente al 75%
125g di panna fresca
60g di yogurt greco
30g di cacao amaro
menta q.b.

come fare
Tritare il cioccolato e versarlo in una casseruola con 400 g di acqua fredda ed aggiungere il cacao setacciato. Portare la casseruola sul fuoco e fare fondere tutto mescolando con una frusta, togliere dal fuoco prima che si levi il bollore e lasciare raffreddare in frigo. Quando il composto è ben freddo versatelo nella gelatiera ed avviatela. Se non avete la gelatiera fate indurire il composto e grattatelo con una grattugia. Montate parzialmente la panna ed incorporate lo yogurt greco. Distribuite la granita nelle coppette, completate con la panna e decorate con una foglia di menta.
Ricetta tratta dal numero 7, luglio 2013 di  La cucina Italiana 
PS. Versione vegan facile senza yogurt e panna :)
Buon appetito!
A presto,
Vale

giovedì 21 agosto 2014

Crostata di frutta (vegan)

Buongiorno,
con questa bella e deliziosa frutta di stagione non poteva mancare l'appuntamento con la torta di frutta.  Vi ricordate la ricetta ormai collaudata di famiglia? eccolo qua
Questa volta mi sono lanciata in un'impresa un po' più difficile: la crostaa di frutta vegan.
Come sapete i dolci vegan non sono il mio forte, ma vi assicuro che la ricetta di Pasquale Boscarello è davvero una garanzia.. 
A voi la libertà di scovare la frutta più buona e più colorata per decorare la vostra torta ..


Crostata di frutta Vegan
Cosa serve
per la base
200g di farina
50 g di malto
50g di farina di mandorle
40 ml di olio di mais
70g di acqua tiepida
10g di lievito per dolci

per guarnire
1/2 vasetto di marmellata di albicocche
2 pesche nettarine
9-10 fichi
2-3 more
granella di nocciole





Come fare
Preparare la base mescolando in una ciotola tutti gli ingredienti asciutti. A parte mescolare il malto con l'olio ed aggiungerlo al composto.
Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Mettere il composto in frigorifero e lasciare riposare per un'oretta. 
Ricoprire una teglia di diametro 22 cm con la carta da forno e sistemare all'interno il disco di pasta. Tagliare la pasta in eccesso con la rotella dentellata ed uniformare i bordi con i rebbi di una forchetta. Bucherellare il forno e cuocere a 180° per 15 minuti.Sfornare la base e lasciarla raffreddare.

Stendere all'interno del guscio uno strato di marmellata. Lavare la frutta, tagliarla e spicchi e sistemarla a piacere sulla superficie.
Fare scaldare un po di marmellata sul fornello e spennellarla sulla frutta per evitare che si annerisca.
Cospargere con le nocciole a granelle e mettere in frigorifero per un'oretta.

Buon appetito :)
PS. Un ringraziamento speciale al suggeritore che mi consigliato di provare la ricetta   :)
Nella prossima puntata un'altra ricetta con i fichi !

mercoledì 13 agosto 2014

CROSTIVI ESTIVI

Buongiorno,
oggi vi ripropongo una ricetta che avevo già pubblicato all'inizio della mia avventura da blogger, nel lontano agosto 2008..
Ma quanti anni ha questo angolino di ricette? Non me ne sono davvera resa conto.
Ci tengo a riproporvi qusti crostini con una foto perchè sono davvero buoni e freschi, ideali per inziare una buona cena estiva sia a base di pesce che a base di carne.
Buon ferragosto a tutti! :D


 



cosa serve
1 busta di insalata mista Insal'Arte ( in alternativa 1/2 caspo di radicchio rosso)
2 Pomodori maturi
1 mazzeto di rucola
1/2 cipolla tagliata sottilissima
sale, olio, origano q.b

pane toscano a fette leggermente abbrustolito

come fare
Spellare il pomodoro, tagliarlo a dadini e metterlo in un colino finchè non sarà fuoriuscita l'acqua di vegetazione.Tagliare finemente rucola, radicchio e cipolla. Mettere le verdure in una ciotola e condire con olio sale e origano. Sistemare il composto sul pane abbrustolito.

Buon appetito!!
un'antipasto colorato e gustoso...:)

lunedì 4 agosto 2014

Sfogliatine all'origano


Gli esperimenti con la pasta madre stanno procedendo.  
Dopo un piccolo periodo di demoralizzazione grazie ad alcuni preziosi consigli mi sono rimessa all’opera. Questa volta mi sono convertita alla pasta madre semiliquida e devo dire che la gestione  è davvero più semplice. Questa ricetta fa parte del ciclo di ricette appuntate al corso di cucina macrobiotica "lezione pasticceria salata". Vi confesso che è la prima ricetta con la pasta madre che viene pienamente apprezzata da tutta la famiglia. Dalla foto avete visto quando sono cresciute?
Eheheh grandi soddisfazioni ..Croccanti e sfiziose e profumate…





Sfogliatine all'origano
cosa serve
per 6 teglie piccole
250 g di pasta madre semiliquida (rinfrescata 5 ore prima)
200 g di acqua
60 g di olio
5 g di sale
circa 600-650 g di farina tipo 2

olio q.b per le sfoglie
origano

come fare
Preparare l'impasto: in una spianatoia o nella planetaria mescolare l'acqua con la pasta madre. Aggiungere gli altri ingredienti ed impastare fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
Mettere l'impasto a lievitare nel forno con la luce accesa ed un pentolino di acqua calda per un'ora.
Infarinare la spianatoia e stendere sopra l'impasto a forma rettangolare con uno spessore di circa 1 mm. Spennellare la superficie con l'olio, piegare a metà e stendere nuovamente il rettangolo fino ad ottenere uno spessore di 1 mm e ripetere l'operazione  per tre volte.  Spolverizzare la superficie con l'origano e stendere nuovamente il rettangolo fino ad ottenere uno spessore di 1mm.
Tagliare il rettangolo a losanghe di dimensione circa 3x4 cm e sistemarli una teglia unta con l'olio.
Cuocere nel forno caldo per 20 minuti a 200°.
Servire tiepide.
P.S. Potete spolverizzarle anche con sesamo e semi di papavero, sbizzarritevi :P

A presto,
Vale

lunedì 28 luglio 2014

Pesto alla rucola con mandorle e pistacchi

Buongiorno di sole :)
Oggi ritorno sul blog con un'altro piatto verde. Questa volta però non si parla di insalata ma di un sugo per la pasta superveloce :) La rucola è rigogliosa nei vostri giardini-orti?
Ecco a voi un pesto che non ha niente da invidiare al cugino pesto alla genovese..



Pesto alla rucola con mandorle e pistacchi

cosa serve
per circa 8 persone
120g di rucola o una confezione di Rucola Insal'Arte
40g di parmigiano
3-4 cucchiai di mandorle sgusciate
3-4 cucchiai di pistacchi
olio evo
pepe

come fare
Tritate grossolanamente la rucola, i pistacchi e le mandorle. Aggiungete tutti gli ingredienti nel mixer insieme ad un filo d'olio e tritare fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Questo sugo è ideale sia per condire un piatto di pasta calda o fredda:
- se condite la pasta fredda aggiungete un filo d'olio,
- se condite la pasta calda aggiungete un mestolo d'acqua calda di cottura.
A presto,
Vale

giovedì 17 luglio 2014

insalata di riso integrale con cruditè

Buongiorno amici :)

In quest'ultimo periodo mi sono fermata ad ascoltare ed osservare. E' per questo che non ho più pubblicato ricette. Come sapete ho davvero tante passioni e nel tempo libero mi piace mettermi in gioco in workshop e nuove attività culinarie. Pian piano spero di riprendere le redini del blog ed aggiornarvi su queste ultime esperienze che ho vissuto in prima persona.
Al momento riparto in punta di piedi, riproponendo una ricetta che ho appuntato al corso di cucina macrobiotica. Che ne dite di un'insalata di riso per pranzo?
 
 

Insalata di riso integrale con cruditè
ingredienti per 4 persone

300g di riso integrale
600g di acqua
1 Insalata  Vivace insal'Arte in alternativa, Carote e rucola
farina di mandorle o mandorle a lamelle q.b.
2-3 fili di erba cipollina
olio evo
salsa di soia q.b.
sale
pepe

come fare
Lessare il riso nell'acqua per 40 minuti, scolarlo, lasciarlo raffreddare e condirlo con un poca salsa di soia e olio evo. Fare tostare la farina di mandorle in una padella antiaderente. Aggiungere le verdure tagliate a julienne, l'erba cipollina sminuzzata, condire con un filo d'olio. Per ultimo spolverare con la farina di mandorle e servire.

P.S. Un ringraziamento particolare ad OrtoRomi.
Qua a casa abbiamo trascorso una settimana all'insegna delle insalatone, un vero e proprio "insalata party" 
Grazie OrtoRomi per avermi fatto provare le nuove #insalarte :) 
Conoscete già i nuovi prodotti?


A presto!
Vale

lunedì 12 maggio 2014

Insalata di spinaci con polpettine alle lenticchie e profumo di curry

Buongiorno e buon inizio settimana :)

A chiusura del contest #laprimaveranell'insalatiera ci tengo anche io a presentarvi un'insalata. Sono arrivate tante insalate originali ed appetitose e ammetto che subito non è stato semplice ideare e comporre la mia insalata. Dunque mi sono affidata al mio orto e alla sua proposta del giorno: spinaci, valeriana e ravanelli .Questa ricetta è un po un pretesto per iniziare a mettersi un po' in riga con le abitudini alimentari e dimostrare quanto possa diventare appetitosa un'insalata pure utilizzando ingredienti "sani". Per la ricetta delle polpette mi sono ispirata ai burgher alle lenticchie di Marco Bianchi, una ricetta ormai collaudata che non sbaglia proprio mai.

 Et voilà,  Insalata di Spinaci con polpettine alle Lenticchie e profumo di Curry











cosa serve
per 2 persone
per l'insalata
100g di spianaci freschi
100g di valeriana
5-6 ravanelli
3 fette di pane integrale o avanzato
1/2 cucchiaino di curry
olio evo q.b.

per le polpettine di lenticchie
250g di lenticchie lessate
1 carota
1/2 scalogno
1 cucchiaio di  farina di mais fioretto
1/2 cucchiaino di curry
2-3 cucchiai di olio evo
sale
pepe


Preparate le polpettine: sbucciate la carota e lo scalogno e tritatele finemente con un robot. In una ciotola schiacciate con un cucchiaio le lenticchie, aggiungete il trito di carote e cipolla, la farina di mais, il curry, e 2-3 cucchiai di olio. Mescolate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo ed aggiustate di sale e pepe.Preparate delle piccole polpettine comprimendo bene il composto e schiacciatele leggermente.  Sistematele su una teglia ricoperta da carta da forno e fatele cuocere in forno a 180° per  20-30 minuti.Sfornate e lasciate raffreddare. Lavate le verdure, tagliate i ravanelli a rondelle e sistemateli nell'insalatiera.Tagliate il pane a quadretti e fatelo tostare in una padella antiaderente insieme ad un filo d'olio, aggiungete il curry e cuocete fino a quando i crostini saranno dorati.Componete l'insalata con le verdure, le polpette e i crostini e condite con un filo d'olio.Buon appetito!

Buon appetito!
A presto,
Vale

venerdì 9 maggio 2014

La primavera nell'insalatiera : VINCITORI

Dopo un'attenta analisi di tutte le proposte, dopo che gli amici di OrtoRomi ci hanno dato il loro responso sui finalisti, io Claudia e Luisa abbiamo iniziato un intenso scambio di mail per decidere il vincitore del nostro amato contest. Siamo state una giuria con pensieri abbastanza in linea tra loro e devo dire che abbiamo avuto le idee abbastanza chiare fin da subito. Un GRAZIE importante a Luisa che dal suo ruolo di nutrizionista ci ha dato un parere da "esperta", con te, cara Lu la premiazione ha sicuramente avuto un "taglio" più completo. Ricordo che i due vincitori avranno in premio insalatiera e posate OrtoRomi e una fornitura di insalate cadauno. Detto questo... Il vincitore per la categoria "miglior ricetta" è.............. Insalatona mille sapori Simo di Pensieri e Pasticci di una mamma in cucina
 Il vincitore per la categoria "miglior fotografia" è............ Insalata con fave tofu e fragole Ileana di Ribes e Cannella 
Brave ragazze!!! 





Ricettine primaverili e davvero sfiziose L'insalata della Simo ci è piaciuta subito, sia a noi che ai signori della OrtoRomi. Da un punto di vista di associazione di nutrienti, Luisa conferma, che è ottima. La fotografia di Ileana ci è piaciuta molto per la grande luminosità e la freschezza dei colori, ci ha dato proprio l'impressione di una foto che rimanda alla primavera! Invitiamo quindi le vincitrici a farci avere i loro indirizzi postali, a me o a Claudia. 

Concludo inoltre ringraziando nuovamente tutti i partecipanti ed Ortormi per averci accompagnato nell'organizzazione del #contest con tanta energia ed entusiamo..
Ora siamo proprio tutti curiosi di vedere il ricettario "la primavera nell'insalatiera"
E' bello pensare che questo contest abbia lasciato un segno, tante ricette ed idee originali!
Prestissimo arrivo anche io con un'insalatona!
A presto,
Vale

martedì 6 maggio 2014

La primavera nell'insalatiera: FINALISTI

Buongiorno amici!
Il nostro primo contest "la primavera nell''insalatiera" è in chiusura e come promesso oggi sul mio blog e quello di +Claudia Casadio  vi annunciamo le otto finaliste, chi per la ricetta, chi per la fotografia, chi per entrambe, scelte dai signori della OrtoRomi, e che saranno pubblicate sul loro ricettario.
Tra queste otto ricette ci sono le due vincitrici che saranno messe ai voti dalla giuria composta da me, +Claudia Casadio  e dalla guest blogger  +Luisa Piva  di Ghiotto di salute, che ringraziamo fin da subito per essersi unita al nostro team. State dunque sintonizzati sui nostri blog perché venerdì saranno svelati i due vincitori, miglior ricetta e miglior fotografia.
Ecco qua le ricette finaliste:




1.Insalata di sedano pere e feta_La cuocherellona.
29. Insalatona mille sapori Pensieri e pasticci di una mamma in cucina


Un bacio,
Vale

lunedì 5 maggio 2014

PANE AI PORRI

Buongiorno!
Ultimamente la pasta madre mi sta dando avvero tante soddisfazioni, tra fette biscottate, panini dolci, etc. E' davvero impegnativa la gestione di questa pasta magica ma appena senti il profumo di pane appena sfornato che si diffonde per la casa vorresti già infornare qualcos'altro. Sono ancora alle prime armi e sto sperimentando diverse ricette passate da amiche o trovate da colleghe blogger.L'altro giorno stavo cercando una ricetta di pane un po' diversa ed ho trovato questo pane casereccio ai porri
proposta dal consorzio della tutela del porro di Cervere. Ahahhaha profumatissimo, devo dire che anche lui mi ha dato tanta soddisfazione.
Tornando al nostro contest "la primavera nell'insalatiera", che si è concluso venerdì scorso, ci tengo a ringraziare tutti i 31 partecipanti ! Grazie davvero per esservi messi in gioco insieme a noi ! In questi giorni verrano selezionate le otto ricette che saranno inserite nel ricettario di OrtoRomi e le due ricette vincitrici. La giuria è composta dal team: +Claudia Casadio, la nostra amica food Blogger +Luisa Piva  di Ghiotto di salute, lo staff OrtoRomi e la sottoscritta. 
Gli otto finalisti saranno resi noti nel mio blog e in quello di Claudia martedì 6 maggio e venerdì 9 maggio sveleremo i due vincitori, dunque state sintonizzati  sui nostri blog !

Pane casereccio ai porri
cosa serve
per 6 filoncini
1 kg di farina
200g di farina di semola
350g di pasta madre ( o 12g di lievito)
100g di strutto
600 g di acqua
15g di sale
2 cucchiai di olio evo
3 porri




come fare
Lavare i porri e tagliarli a rondelle, grigliarli o farli cuocere in padella. Lasciare raffreddare.
In una ciotola o nell'impastatore amalgamare tutti gli ingredienti, impastare energicamente e dividere l'impasto in 6 filoncini e sistemarli in una teglia ricoperta da carta da forno. Lasciare lievitare fino al raddoppio, io li ho coperti con una teglia e li ho lasciati lievitare per una notte in un luogo fresco. La mattina seguente infornare e cuocere a 180° fino a quando le pagnotte saranno dorate.
Buon appetito,
A presto!
Vale

lunedì 28 aprile 2014

CRESPELLE CARCIOFI E TALEGGIO

Buongiorno !
Ritorno anche oggi con una ricetta un po' carica.. devo smaltire gli scatti accumulati durante i festeggiamenti pasquali. Volete sapere cos'abbiamo mangiato per Pasqua in famiglia?  Le crespelle!
Ecco a voi una ricetta tradizionale per prepare le crespelle con un ripieno goloso..
Ultmamente son davvero di poche parole, sento il bisogno di rinnovare questo angolino che ormai da tanti anni propone le ricette e gli esperimenti della mia cucina. Spero di trovare presto l'ispirazione e di ripartire con tanta energia.. Quando le idee sono tante, il problema è sempre quello, fermarle e metterle in pratica nel tempo che si ha a disposizione.. incrociamo le dita, ci tengo davvero tanto!



Crespelle carciofi e taleggio
cosa serve
dose per 20 crepes medie
500g di latte
200g di farina
4 uova
50g di burro
1 pizzico di sale



per il ripieno
4 carciofi
1/2 litro di besciamella
parmigiano
prezzemolo
100 g di taleggio

erba cipollina
150g panna fresca
burro

Per le crepes: mettere in una ciotola le uova, sbatterle, aggiungere la farina e il burro morbido a pezzetti e continuare a mescolare fino a formare una crema liscia senza grumi. Aggiungere per ultimo il latte, mescolare e lasciare riposare in frigorifero per un'ora.  Preparare le crepes in una padella antiaderente.

Per il ripieno: pulire i carciofi e tagliarli a spicchi. Cuocere i carciofi in una padella con uno spicchio d'aglio fino a quando diventeranno teneri. ( nel caso in cui si  asciughino troppo aggiungere un po' di brodo vegetale). Salare, pepare, aggiungere il prezzemolo. Trititare i carciofi con il mini pimer ino ad ottenere una crema.
Sbucciare il  taleggio e tagliarlo a quadretti.
Guarnite le crepes: sistemare la crepes su un piatto, aggiungere 1-2 cucchiaiate di ripino, qualche quadretto di taleggio e richiudere con uno stelo di erba cipollina in modo da formare un fagottino.

Sistemare i fagttini in una teglia precedentemente imburrata e cospargete con la panna liquida. Coprire con la carta di alluminio e cuocere per 20 minuti, togliete la carta e continuare la cottura per altri 10 minuti.

P.S, ultimi giorni per partecipare al contest LA PRIMAVERA NELL'INSALATIERA
Buon appetito!
A presto,
vale

martedì 22 aprile 2014

COTOLETTE GOLOSE AL FORNO

Buongiorno amici !
Oggi sono di ritorno con una ricetta "da cena al volo" .
Il tema è : ricette per preparare il  pollo. Poche e semplici parole per descrivere queste cotolette, che sono profumate dal limone e golose per l'aggiunta di formaggio e prosciutto cotto. Cosa ne pensate?!




cosa serve
4 fettine di pollo
2 fette di prosciutto cotto
2  4 fette di emmental
pane grattugiato
limone
prezzemolo
aglio
sale
pepe

come fare
Appiattire le fettine. In una ciotola posizionare le fettine di pollo e coprire con olio, succo di limone, sale pepe e lasciare riposare da 4 ore ad una notte. Il giorno seguente scolare le fettine E passarle nel pane grattugiato condito con prezzemolo ed aglio (a piacere).
Posizionare le fettine impanate sulla teglia ricoperta da carta da forno, cuocere per 10 minuti. Aggiungere sopra una fettina di emmental e una mezza fettina di prosciutto cotto e continuare la cottura per 5 minuti.

Buon appetito!

Vi ricordo ancora una volta di partecipare al contest ! C'è tempo fino al 30 aprile !


 
A presto,
Vale

sabato 19 aprile 2014

BUONA PASQUA

Amici auguro a tutti una buona pasqua !
Non sapete che un po' di lievito fa fermentare tutta la pasta? Togliete via il lievito vecchio, per essere pasta nuova, poiché siete azzimi. E infatti Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato! Celebriamo dunque la festa non con il lievito vecchio, né con lievito di malizia e di perversità, ma con azzimi di sincerità e di verità.   Paolo di Tarso, Lettere ai Corinzi, ca. 50-60 e.c.


Mi raccomando ricordatevi di partecipare al contest  "La primavera nell'insalatiera"
Vi aspettiamo con tante idee e ricette colorate, tante ricette sono già arrivate, continuate così!

 Ricette in gara:

1. Insalata di sedano pere e feta_La cuocherellona
2. Insalata di primavera di orzo, grano e fiori di rosmarino_Con un poco di zucchero
3. Gnocchetti freddi alla philadelphia e pomodori olive capperi rucola_Barbie magica cuoca
4. Insalata di pollo_Pistacchio e mandarino
5. Insalatona estiva di polipo_Sabrinaincucina
6. Insalatina fantasia_Sabrinaincucina
7. Insalata primavera_Vegetariana ma non solo
8. Cena pronta in 5 minuti_Erica's welt
9. Insalata di finocchi rucola con salmone, mozzarella e semi di aneto_PixeLicious
10. Insalata di puntarelle e aringhe con pecorino romano e pomodori secchi_PixeLicious
11. Insalata tiepida di polpo e broccoli_PixeLicious
12. Insalata di pasta_Blog al peperoncino
13. Quinoa e tofu in primavera_Ricette Vegolose
14. Insalatina di asparagi, fragole e gamberi_Rosso Melograno
15. Insalata contadina_Batuffolando
16. Insalata con fave, tofu e fragole_Ribes e Cannella
17. Insalatina con valeriana cannellini e arachidi tostate Saltando in padella

A presto!
Vale

sabato 5 aprile 2014

PURO COLORE

Vi chiederete cosa sto facendo in questi ultimi mesi in cui continuo a postare ricette al volo senza nemmeno passare a trovarvi. 
Sono in ritardo ma ancora in tempo per svelare il segreto.
Ho collaborato alla sperimentazione e all' allestimento di  #PUROCOLORE,  una mostra laboratorio interattiva organizzata in occasione della manifestazione La scienza in piazza di Bologna, edizione il cui  tema è "Food Immersion". E' un progetto nato da una chiaccherata tra Andrea Montesi e Veronica Ceruti che,  in particolare per la progettazione dell' allestimento e le sperimentazioni sulle estrazione dei colori dai vegetali hanno coinvolto nel progetto la sottoscritta e la collega Maria Giulia BellosiLa parte grafica del progetto è stata invece seguita da Dina&Solomon/ graphic design due.


#Purocolore è un laboratorio davvero particolare, un laboratorio  in cui Arte, Cibo, Cucina e Chimica si incontrano.  Nel Percorso tra MAMbo e la Galleria Oltredimore si racconta la storia e l'origine dei colori più noti nell'arte, si associa ogni colore ad un vegetale, si osservano le modalità di estrazione dei colori dal vegetale ed infine si colora il biscotto pantone.
E' stata una grande occasione per mettermi alla prova in prima persona in un laboratorio che racchiude e coinvolge le mie passioni più grandi. In questi giorni in cui il laboratorio è in piena attività , in cui le estrazioni continuano a pieno ritmo, i bimbi dipingono i biscotti pantone con l'acquerello alla rapa rossa, il colore ad olio alla carota e la glassa alla fragola, sono davvero felice di osservare l'entusiamo e la curiosità impressa nei volti dei più piccini e dei più grandi  che ci passano a trovare :) Però  non si può uscire per dal laboratorio di Puro Colore senza provare la food experience, ovvero una serie di assaggi monocromatici.Un’esperienza culinaria sperimentale progettata insieme alla chef Diletta Poggiali e il gruppo RAW MAGNA.  
Spero proprio di avervi incuriosito.
Non aggiungo parole ma vi lascio ai miei scatti. Venite a trovarci? 
Sulla pagina Facebook e sul sito della galleria trovate  le informazioni e gli orari di aprtura, c'è tempo fino al 13 aprile.





biscotto pantone



food experience

assistenti al lavoro



A presto,
Vale

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails